Nel comune di Rocchetta a Volturno si trova un piccolo gioiello, un luogo di culto che merita di essere visitato e conosciuto: la Chiesa di Santa Maria delle Grotte (foto Paolo Pasquale).

santa maria delle grotte

Il Santuario sorge a circa due chilometri dall’abitato, in una vallata anticamente percorsa da chi raggiungeva l’Abbazia di Montecassino e quella di San Vincenzo al Volturno, ed incastonato tra le pietre. I pellegrini sostavano in loco per riprendersi dalle fatiche del viaggio, accolti e protetti dall’immagine di San Cristoforo, protettore dei viandanti, un tempo dipinto sulla facciata.

Con pianta asimmettrica, si mostra con il suo portale romanico. L’intitolazione alla Vergine risale al XIII secolo, quando vi fu collocata un’effige della Madonna con il Bambino; il toponimo “delle Grotte” deriva dall’origine di Chiesa rupestre.

Bellissima da fuori, ma è all’interno che la chiesa mostra le sue più incredibili meraviglie…

santa maria delle grotte

L’interno, infatti, presenta un imponente arco acuto che mette in comunicazione le due navate; la minore ricavata nella roccia, la maggiore che presenta un presbitero con arco gotico e volta a crociera.

Il pavimento in cristallo mette in risalto una fornace medievale, realizzata in epoca anteriore al Santuario. Di particolare risalto sono gli affreschi, riportati alla luce da un restauro ottocentesco. Alcuni di questi affreschi sono stati realizzati direttamente sulla roccia.

santa maria delle grotte